Home     Organizzazione     Personale     Dove siamo

 

alt

 

 

Il Progetto SWIS (Salt-Water-intrusione-Sensor) nasce dalla necessità di un monitoraggio costante e continuo per meglio prevenire i danni dovuti al fenomeno di intrusione del cuneo salino in determinate zone (Area di Castel Volturno). Questo tipo di evento, ampiamente documentato negli anni, coinvolge soprattutto i terreni più profondi ed è in grado di determinare gravi danni per l'ambiente e l’agroindustria. Lo sviluppo del progetto è stato reso possibile grazie alla combinazione di diverse competenze del team coinvolto sotto la direzione del Dr. Vincenzo Di Fiore. Un perfetto esempio di progetto basato su un approccio multidisciplinare.

  

 

SWIS è un sensore multi-head in grado di:

 

• Monitorare diversi parametri fisici: conducibilità elettrica dell’acqua (EC in mS/cm), temperatura ambiente (TA in ° C) e temperatura dell’acqua (TW in ° C). In un prossimo upgrade saranno previsti anche i valori di pH, del potenziale di ossidoriduzione e del livello della falda (quantità di interesse che determinano lo stato di intrusioni saline); oltre ad un pannello solare per l'alimentazione di supporto del sistema;

• Conservare il datalog in un DB MySQL e/o in una microSD integrata (2GB);

• Trasmettere i dati via GPRS (tramite una shield TDGGSM_908 / 900);

• Trasferire i dati in uno spazio web dedicato, ottenendo valori tracciati in tempo reale o ad intervalli di tempo che meglio si adattano alle esigenze (circa 24 aggiornamenti al giorno – ogni ora) e che può essere facilmente accessibile da web desktop e mobile (es.: tablet, smartphone).

 

alt

 

 

Specifiche:

 

L'hardware è costituito da una PCBA (printed circuit board assembly) completamente realizzata in istituto e controllata attraverso l’utilizzo di un ATmega328P (Atmel Corporation). Il sistema di gestione del software è stato scritto in linguaggio Wiring (open-source programming framework per microcontrollori, derivato dal C e C ++, http://wiring. org.co) utilizzando uno specifico IDE (integrated development environment come Eclipse o simili). Per il momento abbiamo preso in considerazione 5 stazioni. Ogni stazione, può trovarsi in tre diversi stati: Online (icona verde) - Coming Soon (icona gialla) - Offline (icona rossa) e a ciascuna di esse, è assegnato uno spazio dedicato in un database MySQL (Apache 2.2.22).

I dati vengono inviati dal sensore via GPRS e la comunicazione web avviene tramite protocollo http; il dispositivo è un client che invia le informazioni al server tramite socket TCP / IP e per la visualizzazione in tempo reale, sono state create delle pagine web in Java e PHP.

  

Team at Work

Vincenzo Di Fiore (Science Director) | Ivan Granata | Giuseppe Cavuoto | Paolo Scotto di Vettimo 

Trovandosi il sensore in campo aperto, dunque senza possibilità di aggancio diretto rete elettrica, il sistema di comunicazione e quello di alimentazione sono costantemente monitorati e quando essi si trovano al di sotto di una certa soglia (rispettivamente riferita alla potenza/qualità del segnale GPRS ed al livello della batteria), viene inviato un SMS con un certo preavviso alla centrale di controllo, in tal modo un operatore può nei giorni successivi provvedere alla manutenzione e/o alla sostituzione.

 

alt

 

 

 

Per ulteriori informazioni e maggiori dettagli:

 

 

 

 

Aggiornato il 14/05/2015 Ivan Granata IAMC-CNR